I tesori della Mongolia

14 Giorni / 13 notti

a Partire da 2165€

Un'avventura mistica

14 GIORNI ALLA SCOPERTA DELLA MONGOLIA

Un viaggio intrigante alla scoperta della Mongolia, il paese con la più bassa densità di popolazione al mondo. Non annoverati tra le mete mainstream, questi luoghi hanno moltissimo da offrire, sia in termini paesaggistici, naturali e culturali, vista la presenza di numerosi templi e siti paleontologici. Un’avventura suggestiva, in una terra ardua ma benevola allo stesso tempo, lontana dal rumore e dal logorio moderno occidentale, che ti regalerà emozioni indimenticabili.

Natura
90%
Sport
70%
Cultura
70%

Ulaanbaatar – Si Parte!

All’arrivo all’aeroporto di Ulaanbaatar, trasferimento con guida in hotel. Tempo libero per esplorare la città. Cena libera e pernottamento in hotel.

Ulaanbaatar – Baga Gazriin Chuluu (300 km)

Colazione e partenza alle 08:30 per il Gobi. Prima tappa le formazioni rocciose del Baga Gazriin Chuluu, situato a 300 km di distanza. Dopo 5 ore di viaggio arrivo all’accampamento Ger, verrà servito il pranzo per poi esplorare diversi torrenti e santuari che caratterizzano questo sito sacro. Il paesaggio è bellissimo e la zona ha un’abbondante fauna selvatica, unica del Gobi. Alla sera, rientro al campo, cena nel campo Ger. Pernottamento al campo Ger.

Scogliere di Tsagaan Suvarga (210 km)

Colazione e trasferimento verso le imponenti scogliere di Tsagaan Suvarga, tradotte dall’inglese come “White Stupa”, chiamate così per il loro aspetto. All’arrivo, pranzo e tour attraverso le formazioni rocciose. Possibilità di visitare una famiglia nomade e assaggiare cibo tipico e tè al latte. Cena e pernottamento al campo Ger.

Dalanzadgad e passeggiata sul campo di ghiaccio nella valle di Yol

Colazione e partenza per l’avamposto minerario di Dalanzadgad. Breve tour della città, incluso il museo Aimag e visita al mercato locale. Pranzo e partenza per la Yol Valley, famosa per un campo di ghiaccio spesso diversi metri e lungo diversi chilometri. In estate di solito c’è meno ghiaccio, ma è comunque possibile camminare sopra l’area, famosa per essere l’habitat di stambecchi e rapaci. Rientro al campo Ger e cena.

Tour in fuoristrada alle dune di sabbia di Khongor Els

Colazione e partenza per scoprire nello specifico il deserto del Gobi, in particolare Khongor Els, le più grandi dune di sabbia della Mongolia. Il paesaggio è mozzafiato e popolato da una miriade di animali selvatici. Il tragitto di 130 km durerà 4-5 ore. Pranzo al sacco. All’arrivo al campo, tempo libero prima di addentrarsi nelle dune di sabbia. Cena e pernottamento in campo Ger.

Pernottamento con famiglia nomade – Tour con cammello nel deserto

Colazione e trasferimento alla città di Kharakhorum per 120 km. Visita del nuovo Museo Kharakhorum e del monastero Erdene Zuu, il più grande e il primo complesso di templi buddisti mongoli costruito sulle rovine della città Kharakhorum nel XVI secolo. Cena e pernottamento al campo Ger.

Petroglifi – Bayazang

Colazione e tour di 5 ore (150 km) in fuoristrada per Bayanzag. Durante il tragitto panoramico, è probabile veder correre gazzelle selvatiche. Sulla strada, tappa all’antico sito sacro di Khavtsgait, dove in cima a una collina rocciosa ci sono centinaia di antiche incisioni su pietra, chiamate petroglifi. Alcuni di loro risalgono al 3000 a.c. e furono dipinti da cacciatori. Il sito offre anche splendidi panorami sul deserto. Pranzo in un villaggio di Bulgan e subito dopo si raggiungono le rupi fiammeggianti di Bayanzag. In questa località Roy Chapman Andrews scoprì le prime uova di dinosauro, e l’area rimane uno dei siti di scavo paleontologico più famosi al mondo. Passeggiata per un’ora o due tra le rupi ed esplorazione di questa zona unica dove i dinosauri, una volta, vagavano in libertà. In serata, se le condizioni meteorologiche lo consentono, cena all’aperto, ai piedi delle rupi con lo spettacolare sfondo del tramonto che fa risaltare le tonalità rosse delle rocce. Pernottamento nel campo Ger.

Rovine Dell’Ongii

Colazione e partenza verso la Mongolia centrale. Tappa alle rovine del tempio di Ongii, che si trovano all’incirca nel punto centrale di Kharakhorum. Pic-nic. Il viaggio di 5 ore (350 km) sarà ancora circondato dai paesaggi del Gobi. Arrivo ai templi di Ongii nel pomeriggio. Dopo esservi rinfrescati nel campo Ger, breve passeggiata tra le rovine e templi ricostruiti. Ongii è un monastero parzialmente ricostruito, fondato nel 1760 per commemorare la prima visita del Dalai Lama in Mongolia, e fu distrutto nel 1939 con 200 monaci uccisi. Possibilità di ammirare lo Stupa con probabile incontro con i monaci locali. Pernottamento al campo Ger.

Valle di Orkhon

Colazione e trasferimento verso le steppe e pascoli ondulati della valle dell’Orkhon. Lungo la strada, tappa per il pranzo vicino alle pietre funerarie di Temeen Chuluu che risalgono al primo millennio a.C. Nel pomeriggio si arriva alla valle di Orkhon, patrimonio dell’UNESCO e cuore nomade della terra mongola. Visita e pernottamento in una famiglia di pastori yak locali a pochi chilometri dalla cascata di Orkhon. Si vivrà l’ospitalità nomade con l’opportunità unica di provare la tradizionale cucina mongola; imparare come preparare il Buuz (gnocchi al vapore) o lo Huushuur (frittelle ripiene di carne fritta). Pernottamento in campo Ger accanto a una famiglia nomade.   

Ulaanbaatar

Colazione ed escursione a cavallo nella vicina cascata Orkhon. La cascata di Orkhon sul fiume Ulaan Tsuutgalanv è alta 20 metri e larga 10 metri. Dopo aver esplorato l’area, si rientra all’accampamento per il pranzo. Nel pomeriggio è possibile partecipare alle attività organizzate dalla famiglia nomade: la mungitura degli yak e osservare come i nomadi producono cagliata e yogurt. Pernottamento nel campo Ger.

Kharakhorum e Monastero Erdene Zuu

Colazione e partenza per 3 ore di macchina per raggiungere l’antica capitale mongola di Kharakhorum. All’arrivo, visita del monastero Erdene Zuu, il più importante complesso monastico del paese, costruito nel 1586 da Altai Khan. In tarda mattinata tour guidato dei templi ascoltando i monaci cantare. Pranzo al campo Ger (se estate) o in un ristorante locale (se inverno). Visita di un interessante museo locale che mette in mostra alcuni artefatti del passato mongolo. Nel pomeriggio passeggiata lungo il fiume Orkhon o per il mercato locale. Ci sarà anche il tempo di visitare il Monumento dei 3 Re in cima ad una collina.
Cena e pernottamento in un campo Ger di Munkh Tenger .

Cavalli Takhi nel parco nazionale di Hustai (190 km)

Colazione e trasferimento verso est, fino a Hustai. Il viaggio dura 3 ore (190 km) e all’arrivo visita al centro informazioni del parco per scoprire la fauna selvatica che circonda il Parco Nazionale. Pranzo al campo Ger situato proprio all’ingresso del parco. La guida sarà in contatto con i ranger del parco che trasmettono la posizione degli animali per poterli ammirare da vicino. E’ possibile anche avventurarsi più a fondo a piedi, per rintracciare altri animali, come i cervi selvatici o le volpi. Nel tardo pomeriggio, rientro in veicolo al campo. Cena e pernottamento al campo Ger.

Bogd Khan – Rovine di Manzushir

Colazione e trasferimento di 2 ore (110 km) su una strada panoramica per la riserva di Bogd Khan. All’ingresso del parco passeggiata tra le rovine del monastero di Manzushir, visita del piccolo museo e del tempio, e poi escursione sui sentieri fino alla cima del Monte Bogd Khan. L’escursione dura normalmente 2-3 ore. Pranzo al sacco. In seguito, rientro a Ulaanbaatar (1 ora / 52 km). Cena libera e pernottamento in hotel.

Ulaanbaatar – Fine dell’avventura!

Colazione in hotel e trasferimento in aeroporto. Fine dell’avventura!

mongolia

La quota include

La quota non Include

vuoi parlare con un Travel Expert?

Contattaci!